L'Azienda

La Cantina

La nuova cantina è stata inaugurata nel 2016 e dista poche decine di metri dalla vigna. Si tratta di una cantina completamente interrata, in modo da garantire un'ottima tenuta dal punto di vista energetico e il mantenimento della temperatura e degli adeguati livelli di umidità. La cantina ospita anche uno spazio dedicato alle degustazioni. L'azienda, infatti, organizza anche visite guidate con la possibilità di degustare e acquistare direttamente i prodotti. 

Il nostro vigneto

Il vigneto occupa 2,5 ettari ed è situato su un appezzamento in pendio a 250 metri di altitudine. È esposto a Sud-SudOvest e garantisce un'esposizione al sole da mattina a sera. I primi impianti, per un'estensione di circa mezzo ettaro, sono risalenti al 2000. Mentre nel 2006 è stato iniziato un altro impianto per un'ampiezza di due ettari. Il 90% dei vigneti sono ad uvaggio Sangiovese, mentre il restante 10% è suddiviso tra Teroldego e Colorino. Nel prossimo futuro sarà impiantato un nuovo vigneto da 2 ettari, composto da vitigni Sangiovese, Colorino, Canaiolo e Malvasia.

 

Le forme di allevamento principali sono cordone speronato e guyot con una bassa carica di gemme per ceppo e una contenuta produzione per ettaro. La produzione attuale è di 8-10mila bottiglie annue, che vengono destinate per l'80% al mercato estero (in particolar modo agli Stati Uniti e per una piccola parte a Hong Kong e Francia) e per il 20% a quello interno.

Filosofia

Il nostro lavoro inizia nella vigna, dove curiamo manualmente e singolarmente ciascuna vite. Il vino è una passione comune che ha radici nella nostra infanzia e la nostra motivazione nasce proprio da questa passione. Già dall'inizio abbiamo impostato questo nostro progetto lavorando sui minimi dettagli e senza compromessi, per produrre un'uva di qualità.

Lo stesso livello di impegno e attenzione viene dedicato ai lavori in cantina, dove viene prodotto il vino. La nostra vendemmia viene fatta interamente a mano. Ciascun grappolo viene esaminato individualmente sul primo banco di cernita. I chicchi vengono poi selezionati sul secondo banco di cernita dove viene fatto un ulteriore controllo per eliminare eventuali chicchi da scartare. Entrerà nelle cisterne di fermentazione soltanto la migliore uva. Questa procedura non vale soltanto per il nostro vino di punta, ma per tutti i vini che produciamo in azienda.